Il disturbo ossessivo compulsivo è pericoloso?

Il disturbo ossessivo compulsivo è pericoloso?

Chi soffre di DOC, a volte si chiede: il disturbo ossessivo compulsivo è pericoloso? Se mi vengono in mente certi pensieri, potrò veramente farmi del male o, ancora peggio, fare del male a qualcun altro? Queste domande sono caratteristiche del disturbo stesso. Infatti, il processo di ragionamento di tipo ossessivo prevede anche la discussione di questi timori, come se ci si dovesse convincere di una cosa, piuttosto che un’altra. In altre parole, è un modo diverso di come si manifesta il pensiero ossessivo compulsivo e diventa parte integrante della sofferenza.

Vi svelo subito la risposta a questa domanda: No, il disturbo ossessivo compulsivo non è pericoloso!

Il disturbo ossessivo compulsivo non presenta pericoli.

Però, dipende cosa si intende per “pericolo”. Scopo di questo articolo è comprendere il perché si interpreta spesso il DOC come fonte potenziale di pericolo reale per sé o per gli altri. Tuttavia, prima di continuare con la lettura, consiglio di leggere qualcosa di più su questa psicopatologia.

Perché penso che il disturbo ossessivo sia pericoloso: la “fusione pensiero-azione”.

Un elemento molto importante, essenziale sia per la comprensione sia per la terapia di questo disturbo, è il meccanismo di “fusione tra pensiero e azione” (Thought-Event Fusion). Per capire meglio come questo processo di pensiero influenza la valutazione del fatto che il disturbo ossessivo compulsivo sia pericoloso, è utile fare anche degli esempi.

Ma, prima di tutto, cosa si intende con questo termine? Il processo di “fusione pensiero-azione” è connesso al timore di provare sensi di colpa per aver commesso qualche fatto che ha causato danno ad altri. In realtà, il timore del senso di colpa è elemento portante del DOC e governa i principali processi mentali che mantengono il disagio. Il pensiero con il quale si può sintetizzare questo meccanismo è: “Se lo penso, significa che è reale”.

Questa supposizione rende il pensiero credibile. In questo caso, se una persona pensa al nome di una malattia, probabilmente si preoccuperà per il fatto che un suo famigliare possa morire. Tutto ciò, a meno che la persona stessa non metta in atto dei comportamenti compulsivi per allontanare questo pericolo. In sintesi, questo è il disturbo ossessivo compulsivo e il meccanismo descritto porta a credere che sia pericoloso.  

Il disturbo ossessivo compulsivo è pericoloso: i meccanismi.

Quali sono i pericoli del disturbo ossessivo compulsivo?

Se vi state chiedendo se il disturbo ossessivo compulsivo è pericoloso, dobbiamo capire quali “pericoli” nasconde. Infatti, non è pericoloso perché ciò che si pensa non si avvera, ma può portare a molte altre situazioni spiacevoli. Infatti, quando una condizione di sofferenza prolungata diventa vera e propria patologia, come nel caso del DOC, ci sono diverse aree della vita che ne risentono.

In particolare, le aree che sono influenzate negativamente dal DOC sono:

  • Area individuale: Si fa sempre più fatica a uscire dal problema e ogni volta che si attiva il pensiero ossessivo, comporta grande fatica allontanarlo. La preoccupazione si fa sempre più forte e il contenuto delle ossessioni cambia spesso. Quindi, in questi casi inizia a risentirne anche l’autostima, la valutazione rispetto alle proprie capacità di mettere fine al proprio disagio. È probabile che, in questi casi, intervengano anche pensieri depressivi di incapacità e di autosvalutazione.
  • Area sociale: Fare attività all’aperto o con altre persone diventa più difficile, perché gli elementi che potrebbero scatenare l’ossessione sono vari. In questo caso, la persona potrebbe avere timore di uscire per paura di esporsi all’oggetto delle sue ossessioni (per esempio, essere contaminato).
  • Area relazionale: alcune persone potrebbero non capire il problema dato dal disturbo ossessivo compulsivo e ciò renderebbe difficile alcuni rapporti.
  • Area lavorativa: L’impulso di mettere in atto delle compulsioni potrebbe rendere difficile l’attività lavorativa, rallentandola, distraendosi oppure facendo commettere degli errori.
Il disturbo ossessivo compulsivo è pericoloso: i problemi

Il DOC e la sua pericolosità: conclusioni.

Il modo in cui ho presentato alcuni elementi caratteristici di questa patologia rappresenta anche il mio metodo di lavoro cognitivo comportamentale. In conclusione, possiamo dire che il disturbo ossessivo compulsivo non rappresenta un pericolo per quanto riguarda il contenuto vero e proprio delle ossessioni (uccidere, ferire, contaminarsi ed altre). Tuttavia, se non opportunamente curato, questo disturbo può creare gravi problemi nella vita quotidiana, rendendo difficile la maggior parte delle cose.

Se pensi di avere un disturbo ossessivo compulsivo, hai bisogno di maggiori informazioni o vuoi semplicemente descrivere la tua situazione personale, puoi mandarmi una mail! Risponderò in breve tempo.

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button