Perchè visualizza e non risponde?

Perchè visualizza e non risponde?

Perché visualizza il messaggio ma non risponde? Alzi la mano chi si è posto questa domanda, più o meno direttamente, almeno una volta! Io compreso. Quali sono i meccanismi celati dietro un comportamento di questo tipo? Come ci comportiamo davanti ad una situazione simile? Perché, a volte reagiamo in un modo, altre volte in un altro? In questo articolo cercherò di passare in rassegna una parte delle ricerche scientifiche fatte su questa tematica. I risultati sono molto curiosi e danno una spiegazione plausibile e scientifica sulle modalità di comportamento delle persone nel mondo virtuale.

Doppie spunte blu. Perchè visualizza e non risponde?

I bisogni sociali dell'uomo

Il mondo dei social network è progressivamente finito sotto la luce dei riflettori per quanto riguarda l’indagine del comportamento umano in relazione ad esso. Ormai, internet e i social hanno preso il sopravvento sulla nostra vita. Tutti sappiamo di cosa si parla se nomino la parola “Facebook” anziché “Instagram” e riusciamo a avere un’immagine nitida nella nostra mente. Ma, soprattutto, ognuno di noi ha una volta nella vita provato la sensazione di attesa davanti alle spunte blu. Forse si sarà chiesto: perché visualizza il messaggio ma non risponde?

Come mai i social network sono diventati sempre più importanti? Si potrebbero dare molte risposte, ma per quanto interessa a noi in questo articolo è perché le relazioni sociali si sono progressivamente spostate dalla piazza del paese al mondo virtuale. La società è molto più veloce e anche le relazioni hanno dovuto adattarsi al cambiamento. Pertanto, è stato necessario creare delle piazze informatiche in cui le persone potessero incontrarsi e intrattenere rapporti.

Appartenenza

Uno dei bisogni dell’uomo è quello di appartenere ad un gruppo. Far parte di una famiglia, di un gruppo di amici, di una squadra sportiva, di un’associazione, sono tutti modi in cui l’uomo soddisfa il bisogno di appartenenza. Ugualmente, parlando di internet è evidente come il bisogno di appartenenza possa essere soddisfatto anche grazie alle chat. Pensiamo a Whatsapp, Instagram o Facebook (solo per citare i più famosi), che danno la possibilità di comunicare in modo istantaneo a singole persone o a gruppi numerosi. Le relazioni sociali si creano e si mantengono anche virtualmente.

Esclusione

Però, così come è possibile far parte di un gruppo è anche possibile che si venga esclusi da questo: si parla di ostracismo. Così succede nella vita reale, ma anche in quella virtuale. In questo caso, l’ostracismo potrebbe essere rappresentato dal fatto che si visualizza il messaggio ma non si risponde.

Pertanto, nelle relazioni reali, l’esclusione si può manifestare con silenzi, cambi di sguardo, disattenzione, allontanamenti e molto altro. Invece, nel mondo virtuale delle chat, è possibile che il destinatario del messaggio visualizzi e non risponda. Infatti, le spunte blu hanno un significato importante nel comportamento comunicativo. Infatti, esse segnalano che il messaggio è stato letto e che quindi vi è stata una vera e propria forma di comunicazione, ma senza risposta. Per esempio, potremmo immaginare un nostro amico che, una volta che abbiamo esposto un nostro problema, annuisce silenziosamente con il capo, senza darci una risposta.

Visualizzare il messaggio e non rispondere: lo studio

Uno studio ha dimostrato come il bisogno di appartenenza, il timore di essere allontanato dal gruppo e i ruoli sociali sono legati al perché una persona visualizza e non risponde, oppure a come si reagisce davanti a questo comportamento.

In particolare, i ricercatori hanno ipotizzato che i fattori legati alla percezione di emozioni negative in casi del genere sono correlati al bisogno di appartenenza e a quello che di non essere “esclusi”. Inoltre, è stato ipotizzato che le aspettative di ricevere una risposta siano più alte di quanto ci si senta in obbligo di fare. Soprattutto, si pensa che i ruoli sociali influenzino i comportamenti delle persone in questi casi.

Quando una persona visualizza ma non risponde immediatamente, più è alto il bisogno di appartenenza e il timore di essere “escluso” del mittente del messaggio, più questo avrà delle emozioni negative intense, come per esempio ansia, rabbia e frustrazione.

Uno studio spiega perchè si visualizza e non si risponde ai messaggi

Quindi, il bisogno di appartenenza e il timore di essere escluso sono legati al fatto di sentirsi in obbligo di rispondere a qualcuno immediatamente. Al contrario, questo bisogno è legato all’aspettativa che l’interlocutore risponda velocemente al messaggio.

Anche le aspettative rispetto al comportamento della persona con cui stiamo chattando hanno una grande influenza sul modo di comportarsi davanti a un messaggio con le doppie spunte blu. Infatti, è stato valutato come una persona si ritenga più in obbligo di rispondere ad un messaggio rispetto a quanto si aspetti dall’altro. In questo caso, sembra che i ruoli sociali siano molto importanti.

Perciò, quali sono i ruoli che regolano i rapporti tra mittente e destinatario? I ricercatori hanno scoperto che il sentirsi “in obbligo” di rispondere è più frequente in relazioni gerarchiche di svantaggio, per esempio quelle tra un datore di lavoro ed un impiegato, oppure con parenti stretti. Al contrario, se si tratta di relazioni di amicizia forti, l’aspettativa che l’altro risponda è più alta della percezione dell’obbligo.

Ovviamente, i dati della ricerca sono limitati dal fatto che esistono tantissimi comportamenti umani. Non è possibile tenerli tutti sotto controllo ed è possibile che qualcuno visualizzi il messaggio e non risponda per altri motivi. Però, i dati trovati danno sicuramente degli ulteriori spunti di riflessioni.

E tu, ti chiedi mai perché qualcuno visualizza e non risponde al messaggio? Fammelo sapere nei commenti, oppure scrivimi direttamente!

Condividi su:

56 commenti su “Perchè visualizza e non risponde?”

        1. ziglioli.francesco

          Non è che ci sia una cosa più probabile a cui pensare, e una meno. Penso che la cosa migliore da fare sia chiedere al diretto interessato. Fermo restando che le persone sono libere di agire come meglio credono.

          1. Dipende. Non è proprio così. Se hai degli obblighi verso di me o una situazione e non mi rispondi di certo potrei avere una reazione brusca. Già successo e gli ho fatto abbassare la cresta e la superbia.

          2. Ho mandato gli auguri di compleanno tramite messaggio a una cugina (che non si è mai degnata di farmi gli auguri in 40 anni).
            Ha visto il messaggio ma non ha risposto.
            Questa mega simpaticona per il primo compleanno di suo figlio ha invitato tutti i parenti tranne la mia famiglia. No, non le abbiamo mai fatto nulla di male, anzi, siamo sempre stati disponibili.
            È snob e stupida, questa è la verità.
            È vero il detto “parenti serpenti”.

          3. Buonasera
            Cosa vuol dire quando un uomo che riceve un messaggio ” buonanotte …dopo quello che che mi hai detto devo cancellare il tuo numero ? E lui risponde solamente con Buonanotte?
            Graxie

        2. Ma è normale che se ti risenti con l’ex dopo più o meno un mese e parli normalmente tranquillo per quasi una settimana e lei ad un certo punto non apre il messaggio per 3 giorni per poi visualizzare e non rispondere, come la dovrei prendere e come mi dovrei comportare?

          1. ziglioli.francesco

            Non possiamo sapere cosa passi per la mente dell’ex. Difficile che non abbia visto il messaggio. Potrebbe essersene dimenticata, ma in caso fosse così, ad ognuno le sue conclusioni.

      1. Buongiorno, vorrei sapere se faccio bene ha mandare un messaggio alla persona che mi piace visto che lui non sta bene e che risponde ha fatica. Oltretutto vedo che lui legge anche se non ci sono le spunte blu su whatsapp…
        Gli ho chiesto se gli dava fastidio e lui mi ha detto di no ma che non sta bene e di stare tranquilla… Che faccio?…

      2. Ho un’amico che lo fa di continuo,eppure so che mi vuole un bene dell’anima. Semplicemente non ci danno peso,non pensano sia importante e neanche che a te farebbe piacere che lo facessero, ma non per disinteresse…piu per pigrizia,per leggerezza. Io rispondo sempre,perché so che un po fa star male…ma non bisogna pesare le persone su questo…spesso è una bilancia starata.

    1. Concordo con Beatrice. Rispondere non costa nulla e dimostra che sei una persona intelligente. L’intelligenza passa anche dalla cortesia, dall’empatia, dall’umiltà e dalla simpatia. Chi legge e non risponde si crede superiore e in questo modo dimostra soltanto la propria bassezza e pochezza.

        1. Se si tratta di cose futili e non rispondi nonostante visualizzi ti mando a fare in culo. Mentre se è una cosa che gioca a mio scapito ti chiamo e se non rispondi e ti vedo di presenza proverò a farti passare un brutto quarto d’ora. Se ne ho le capacità.

    2. Valentina Rosaroni

      Dipende. Il silenzio può essere ascolto, incertezza, riflessione, la spuntatura blu è sempre un segno di interesse. A volte però è solo un fatto pratico. A volte un pericoloso tentativo di umiliazione. A volte tutte e tre le cose insieme, a volte le stesse in nome diversi nella stessa personalità. A volte è collera. Altre perfino amore. Altre un annuire delicato. Ma in ogni caso, la maleducazione c entra come i cavoli a merenda, a meno che non parliamo di rapporti formali di lavoro, ma ci interessa?

      1. Ma più bella risposta ! Io stesso sto scrivendo ad un mio amore !! Mi chiedo perché li viasyslizxi tutti in tempi anche rapidi? Interesse allora c,e’ ! Però devi anche aggiungere che in questo momento sta rivedendo un ex e quindi forse il non rispondere fa parte del gioco e della riflessione! C’è da attendere se le mancherò , mi cercherà lei

        1. Secondo il mio punto di vista rispondere ad un buongiorno é solo una questione di educazione non è difficile se leggi puoi anche rispondere io francamente sono stufo delle persone lunatiche….
          Ho attuato il sistema ciaoone nel senso che non scrivo più stranamente arriva il buongiorno. È un mondo difficile 😅😅😅

      2. Ma più bella risposta ! Io stesso sto scrivendo ad un mio amore !! Mi chiedo perché li viasualizza tutti in tempi anche rapidi? Interesse allora c,e’ ! Però devo anche aggiungere che in questo momento sta rivedendo un ex e quindi forse il non rispondere fa parte del gioco e della riflessione! C’è da attendere se le mancherò , mi cercherà lei

      1. Persone che si ritengono superiori, che fanno cattiveria gratuita.
        Ma il tempo ripaga, chi è cattivo, rimarrà da solo.
        Io sono educata e gentile, meglio lasciare queste persone nel loro brodo.
        Meglio sola cheale accompagnata

        1. Certamente anch’io sono per l’educazione e ogni persona che non rispondere a livello professionale (non personale) finisce in una mia lista per cui ogni azione (perché non rispondere è un’azione) ha una reazione e senza farne un dramma, riceve (per quanto mi riguarda ) quel che si merita, come disse qualcuno: perdono, ma non dimentico

          Chi è cattivo non rimarrà nel suo brodo. Perché il male chiama altro male, troverà persone come lui/lei e faranno “gruppo” x comtinuare a comportarsi in questo modo con altri.

    3. Concordo in pieno… Esiste un proverbio che recita testualmente “chiedere è lecito, rispondere è cortesia”; forse molti, spesso volutamente, lo ignorano

  1. La mia ragazza lo fa di continuo? perchè? anzi a volte vede l’ anteprima senza accedere a whatsapp e attivare le spunte blu e non risponde, riceve il msg mentre è su facebook e non risponde neanche al buon giorno della mattina, solo dopo un paio d’ ore, perchè secondo voi?

    1. ziglioli.francesco

      Ha mai provato a parlarne con lei, se è un comportamento che la infastidisce? È difficile fare ipotesi su un caso specifico, ma tenga presente che le motivazioni possono essere diverse tra loro. Provi a chiedersi se le è mai capitato di farlo con dei suoi amici: quali mptivi, eventualmente, l’hanno spinta a fare ciò?

  2. ……credo che sulle chat ci si senta padroni dell’autonomia dell’altro,cioè dirigere i commenti a favore e tenere sulla corda l’altro sopratutto come un gioco del gatto col topo,dipende anche dal profilo utente o se questa persona sia un narcisista o egocentrico,certo è che il silenzio è sempre un’abuso,mi è capitato di recente di non ricevere più risposte da uno che ho conosciuto solo perchè ho scambiato un’opinione diversa dalla sua ma questo ti fa pensare a mille illazioni , per molti la chat è un passatempo per altri un modo di ingannare che comunque è sempre negativo.

    1. ziglioli.francesco

      “il silenzio è un abuso”.
      Il silenzio è un altro modo di comunicare e fa parte della comunicazione in sé.

  3. Da tempo non rispondo più agli insulti della mia ex perché davano adito ad un continuo botta e risposta. Tra l’altro non capisco perché ogni tanto mi scrive (insultandomi ovviamente), lei ha un altro io ho un’altra, non potrebbe semplicemente metterci una pietra sopra? Una storia quando è finita è finita.

    1. ziglioli.francesco

      Se la proposta di conversazione è basata solo sugli insulti è probabilmente mossa dall’emozione di rabbia. Non possiamo sapere nello specifico il motivo di questo comportamento, ma se non rispondere interrompe il circolo vizioso forse è funzionale.

      1. Probabilmente è mossa dalla rabbia, ma la cosa strana è che è stata lei a voler interrompere la relazione. Mi chiedo ora cosa voglia dalla mia vita

  4. Mi sto conoscendo con una ragazza , e quando le mando i msg visualizza e non risponde , molte volte cerco di organizzarmi con lei ma poi non ricevo notizie se non quella di chiamarla il tale giorno che dobbiamo uscire

    1. ziglioli.francesco

      A volte é possibile che i messaggi non siano il modk più funzionale di comunicare. Molto dipende anche dallo stile della persona. Si può provare a comunicare in altri modi più diretti, se si vede che con un messaggio non si ottiene ciò che si vuole (come una informazione, per esempio)

  5. Salve, ho scritto su whatsapp al mio ex x restituirmi un’oggetto a me molto caro che mi è stato regalato da mia Figlia durante un viaggio all’estero, glielo avevo dato come pegno di convivenza ma poi si è allontanato da me senza mai darmi spiegazioni, e l’oggetto che richiedo continuamente di rimandarmelo non solo legge i messaggi miei ma non mi risponde e non mi manda l’oggetto, al che ho deciso di cancellarlo definitivamente da FB e whatsapp, è inutile tenere una persona maleducata ed egoista che non risponde.

    1. ziglioli.francesco

      È un peccato. Così facendo rinuncia a una suo diritto, ovvero quello di riavere l’oggetto desiderato.

  6. Io mi preoccupo più del mio stato d’animo quando le persone visualizzano e non rispondono, che del motivo per cui lo fanno. So bene che le motivazioni degli altri sono le più varie. In me genera un consistente disagio non ricevere risposta ma so che questo è dovuto al mio bisogno di sentirmi vista e ascoltata. D’altro canto, gli altri non sono i nostri genitori e noi non siamo quei bambini trasparenti che ci sentivamo da piccoli. Spesso gli altri hanno altro a cui pensare e non immaginano neanche lontanamente, a meno che non abbiano avuto la stessa sfortuna, quello che l’altro sta passando. Se avessero lo stesso vissuto, del resto, risponderebbero. Proiettiamo continuamente…

  7. La risposta di Roberta mi ha colpito rispetto alle altre e credo abbia centrato il problema e dato la soluzione. Preoccuparsi dei “nostri stati d’animo” e non di quello che fanno e pensano gli altri. Se qualcuno non ci risponde più che preoccuparci di chiederci il perché non lo fa, dovremmo preoccuparci di come stiamo noi e di cosa causa in noi quel comportamento che, di certo, denota una mancanza di rispetto. Se, quindi, una mancata risposta genera in noi ansia, frustrazione, attesa insopportabile o altre emozioni negative, credo sia opportuno volersi bene e non pensare al perché di questo gesto da parte degli altri.

    1. Purtroppo i veri rapporti relazionali sono sempre più scarsi.
      Non credo al fatto che bisogna fare introspezione in merito a questi comportamenti, credo invece che sia solo Buona educazione. Buona educazione anche sentirsi rispondere “non voglio che ci sentiamo più”, anche se a perer mio è un modo per fuggire da un confronto.
      È troppo facile nascondersi dietro ad una tastiera.

  8. Il fatto di aver notato, attraverso la “spunta blu”, che il destinatario abbia aperto il messaggio, non dovrebbe creare aspettative di risposte immediate. Il messaggio è stato “aperto” … non necessariamente letto!
    Le ragioni potrebbero essere tante: per es. chi lo ha ricevuto potrebbe per esempio essere impegnato ed aver dato un’occhiata veloce, con l’intenzione di rispondere successivamente ….
    Sicuramente chi, neppure successivamente, si degna di rispondere, è da considerarsi un gran cafone!
    Ovviamente mi riferisco a chi, per abitudine, ha questo comportamento. Peggio ancora se si tratta di professionista nei rapporti con i propri clienti. In questo caso, oltre alla maleducazione, vi è una professionalità pari a zero.
    Ovviamente quanto scritto è solo la mia opinione e non riguarda unicamente i messaggi tramite cellulare, ma anche l’invio di mail e le chiamate telefoniche alle quali spesso “e volentieri” chi chiama non trova risposta.

  9. SOno una 50enne, non capita solo a voi giovanissimi.
    Dopo del tempo ho scritto ad una cara amica. Sapendo che fa un lavoro impegnativo, le ho inviato un messaggio di Buonanotte.
    La sera successiva ho chiesto se fosse successo qualcosa e che non l’avrei chiamata per non disturbarla ulteriormente.
    Non ha visualizzato nessuno dei due messaggi seppur è molto “in linea”.
    Davvero, non so come comportarmi, anche se in cuor mio il suo silenzio è già una risposta !

    1. ziglioli.francesco

      Potrebbe provare a telefonare, per vedere come si comporta questa persona. Purtroppo, a volte i rapporti si “freddano”, e non è detto che l’altra parte abbia voglia di riaccenderli.

  10. Io e il mio migliore amico ci conosciamo da quasi trent’anni e tra alti e bassi siamo sempre rimasti in contatto. Poi lui si sposa e improvvisamente smette di rispondere ai messaggi che gli mando su whatsapp, pur avendoli visualizzati,o quando risponde lo fa a monosillabi. C’ entra qualcosa l’ eccesso di rintracciabilità dei nostri tempi o è semplice maleducazione?

      1. Salve Signor Ziglioli,
        ho conosciuto un ragazzo all’università, abbiamo parlato e io gli ho confessato che mi piaceva, lui da quel giorno non mi parla piu mi evita, mi guarda da lontano, ho provato a scrivergli ma lui legge e non risponde, da tre anni fa cosi. Di persona ce un silenzio, e ci evitiamo. Se ad esempio io entro in biblioteca e lui è seduto lui si irrigidisce e non parla con nessuno, e mi guarda sempre, ma non parla e non mi saluta. Ce solo silenzio, mi evita e mi guarda. Gli scrivo, legge ma non risponde. Che significa secondo lei? perfavore sono confusa, che devo fare..cosa vuole lui da me?

  11. È proprio questo che mi spaventa. Secondo te dovrei provare ad afftontare con lui questa questione o semplicemente mettermi l’ anima in pace e accettare la cosa(trent’ anni di amicizia non si cancellano dall’ oggi al domani..)

  12. Se non risponde è meglio farsene una ragione e metterci una pietra sopra, il più delle volte aspettiamo una risposta con più enfasi e aspettativa del contenuto stesso della risposta, il silenzio poi è la risposta piu potente, tristemente potente che si possa ricevere

    1. Ok ,va bene. Però mi piacerebbe sapere almeno il perché. Calcoli che io e questa persona ci conosciamo dal 1993 e quasi trent’anni di amicizia non si cancellano dall’ oggi al domani. Per quanto io sia rimasto scapolo e lui abbia famiglia mi risulta difficile credere che non abbia neanche piu il tempo di rispondermi quando lo cerco.

  13. Non c”entra il perché né gli anni passati né nientaltro, alcune persone non vogliono saperne più sia un amico sia una moglie sia un collega o un conoscente, l’errore che a volte si fa sta nel credere che chi ci ha abbandonato soffra della nostra sofferenza, purtroppo non e così

  14. E chi invece lascia il messaggio invisulaozzato ? Fino a qualche giorno prima tutto ok, durante le uscite fatte tutto ok, battute scambiate dove chiaramente c’è interesse da parte di entrambi, quale è il problema!

  15. Lui mi scrive il buongiorno lha fatto anche ieri …oggi lo fatto io ma a visualizzato e non ha risposto perche’ ? Non capisco perche …visto che il giorno prima me la scritto lui

    1. Ciao a tutti, amici e conoscenti che ai frequentato per parecchi anni dove c’era un grande rispetto e collaborazione ai giocato,mangiato, sei uscito con loro ci si ritrovava alla solita panchina.
      Oggi ci siamo ritrovati su facebook ed è stato emozionante, ma mi sono reso conto che è cambiata l’educazione il rispetto il volerci bene.

  16. Capita a tutti almeno una volta che una persona legga ( oppure ascolti) un messaggio, ma non risponda, oppure che visualizzi un messaggio vocale e nemmeno lo ascolti, oppure che una risponda ad un messaggio o chiami la persona mittente dopo ore o dopo giorni o che non dia mai segnali di vita per quel messaggio nemmeno dopo giorni e mi è capitato tante volte sia con persone con cui non avevo rapporti sia con persone con cui avevo rapporti che con amicizie secolari che con ragazze che m’interessavano e questa cosa continua a succedermi, ma la situazione dev’essere sempre contestualizzata. Per esempio, se contatti già almeno per due giorni una persona con cui non hai nessun rapporto, senza esagerare, e quella persona vede e legge ( oppure ascolta) il messaggio e non ti da notizie e non è un’urgenza, aspetta qualche giorno, e, se non si fa sentire dopo giorni, mandala nella tua testa a quel paese, senza dirle nulla, nemmeno se e quando la incroci per strada, altrimenti sorgono discussioni inutili, e, se, invece, ti risponde a quel messaggio o ti richiama, senti ( o leggi) cosa ti dice e, se ti dice, che si farà risentire, quando potrà, aspetta qualche giorno e, se entro qualche giorno non si fa risentire, soprattutto se hai i tempi stretti, ricontatta quella persona, senza esagerare, e, se non ti risponde nemmeno dopo giorni, mandala a quel paese. Se, invece, si tratta di un’amicizia ( secolare o recente che sia) e sai che quella persona è impelagata e/o vive tensioni, se hai I tempi stretti, contatta quella persona uno/due giorni prima dell’impegno, che ti renderà indisponibile per un pochino di tempo, e, se non riesci proprio a sentire quella persona, aspetta che si faccia risentire quella persona, e, se entro due mesi quella persona non si fa sentire, chiamala e, se non ti risponde, mandale un sms, in cui Le chiedi se sia successo qualcosa e di avere eventualmente l’educazione di parlartene e, se proprio non ad ottenere nessuna risposta nemmeno in questo caso, non contattare più quella persona, perché passeresti da una possibile ragione al torto, perché lo stalking è un reato, perché ogni persona ha la propria riservatezza, e parlane con le amicizie comuni tue e di quella persona e, se non sanno spiegarti il motivo di quel comportamento, mettiti il cuore in pace, ma, se ed appena vedi quella persona, avvicinato garbatamente e chiedile spiegazioni e, se ti risponde che semplicemente non le andava di parlare, dille : ” E che ci voleva a scrivermi che non volevi parlare?!” e, se, invece, ti dice che è successo qualcosa tra voi due, rispondile che indipendentemente da tutto doveva avere l’educazione di risponderti e parlarne indipendentemente da chi aveva torto e chi aveva ragione. Se, invece, si comporta così la ( il) partner, concedi due settimane di tempo e, se non ti da notizie nemmeno dopo due settimane, anche se non sussistono motivi particolari, per i quali vi dobbiate sentire urgentemente, richiama quella persona e, se non ti risponde, mandale un sms, in cui le chiedi spiegazioni e, se non ti risponde in quel caso nemmeno dopo un’altra settimana, prova a sentire la sua famiglia e, se non ci riesci o nessuna persona ti da notizie, considera che al 99% ti ha lasciato, senza avere neanche il coraggio di parlartene, ed a quel punto ti puoi mettere a cercare un’altra relazione e, se poi cominci ad avere un’altra rapporto, anche se magari è solo sessuale, con un’altra persona e la tua ( il tuo) ex lo scopre e se ne lamenta, rispondi che ti ha lasciata(o) in malo modo, per cui non le ( gli) devi più dare conto e ragione, ma, se, invece, incontri la tua ( il tuo) ex prima d’instaurare un altro rapporto, oppure senza che quella persona sappia che tu abbia instaurato un altro rapporto, chiedi perché abbia tenuto quel comportamento nei tuoi confronti e senti cosa ti risponde. Se, invece, si comporta in quel modo la tua ( il tuo) partner e siete sposati o vi state per sposare oppure ti ha piantata/o il giorno del vostro matrimonio o convivete o state per cominciare a convivere oppure ancora sei incinta, ma lui non vuole la creatura o non ha ancora deciso, o lei è incinta di una creatura tua oppure avete bambini oppure doveva partorire oppure ha deciso di abortire volontariamente e nel Paese, in cui vive o vivete l’aborto volontario è consentito dalla legge, attendi per un giorno intero che ti dia notizie e, se non te ne da, poi il giorno successivo contatta quella persona e, se non riesci a sentire quella persona, contatta la sua famiglia, finché non ricevi notizie, perché uno di questi ultimi casi è un caso di emergenza, e, se poi casualmente dopo qualche giorno incroci quella persona per strada, chiedile spiegazioni, e, se, invece, non la incontri per strada, denuncia la sua scomparsa ed attendi notizie e, se entro qualche mese, pur continuando a contattare sia quella persona che la sua famiglia che amicizie sue, non riesci ad ottenere più notizie, quella persona o è deceduta e non lo sa nessuno oppure ti ha lasciato in maniera ignobile e, se aspettavi una sua creatura, vuol dire che non se la sentiva di dare il padre e non ha avuto il coraggio di dirtelo e, se, invece, sei tu l’uomo e quella aspettava una creatura tua, vuol dire o che ha abortito senza il tuo consenso oppure ha deciso di crescere la creatura da sola, il che sarebbe molto più grave, perché non ti ritiene idoneo a fare il padre e nel Paese, in cui ha abortito, l’aborto volontario è consentito dalla legge e francamente non so nemmeno descrivere una situazione del genere, che naturalmente spero che non mi capiti mai…. Comunque, per quel che riguarda la messaggistica nelle chat private su qualunque social network, se non si tratta di WhatsApp, quando la persona visualizza il messaggio ( scritto o vocale che sia), compare la scritta ” visualizzato”, però, se è un messaggio vocale, finché quella persona non vi risponde e non vi ricontatta, non potete scoprire se abbia letto quel messaggio o no e, se, invece, non compare nessuna scritta, o quella persona ha disattivato le notifiche, che è una cosa fattibile, anche se non so come, oppure effettivamente non ha ancora visualizzato il messaggio, soprattutto se non risultate amiche/i in quel social, e se, invece, si tratta di WhatsApp, quando un messaggio è consegnato, spuntano due spunte nere e, se è vocale, anche se magari quella persona ha disattivato le notifiche, appena vede quel vocale, le due spunte diventano blu e, quando il messaggio è ascoltato, diventa blu pure il pallino, e vale lo stesso discorso pure per i video e, se, invece, il messaggio è scritto e quella persona ha disattivato le notifiche, finché quella persona non vi risponderà e non vi ricontatterà, non scoprirete mai se ed eve
    eventualmente quando quella persona avrà letto quel messaggio, e sempre su WhatsApp in chat privata, se, invece, quella persona non ha un’immagine privata e le mandate un messaggio di qualunque tipo e rimane dopo giorni solo una spunta nera, per capire se siete stati bloccati o no da quella persona o no, provate ad aggiungerla in un gruppo, che amministrate, e, se non riuscite ad aggiungerla, quella persona vi ha bloccati ed a tal punto non cercate la più e, se ed appena la incrociate, chiedete spiegazioni, e, se, invece, riuscite ad aggiungerla, vuol dire che quella persona ha problemi con WhatsApp e/o con internet col cellulare e /o in generale col cellulare ed a tal punto dovete attendere che quella persona risolva i suoi problemi e successivamente vi contatti. Comunque, quando scrivere messaggi, cercate sempre di scriverne uno solo corto, ed invece, quando mandate messaggi vocali, cercate sempre di mandarne uno solo di massimo due minuti, e, se vedete che quella persona risponde solo ai messaggi scritti, mandate solo messaggi scritti, e, se una persona risponde solo ai messaggi, è inutile chiamarla, e, se sapete che quella persona, quando siete distanti, non racconta mai nulla di sé, cercate la solo per motivi importantissimi, perché ogni persona ha le sue abitudini…. Detto ciò, francamente, appena posso, leggo ( oppure ascolto) un messaggio e, quando posso, rispondo o ricontatto quella persona, e faccio lo stesso pure per le chiamate, perché ritengo sbagliato non ricontattare una persona, se e quando possibile, tranne ovviamente se ho già detto a quella persona di non volerci avere a che fare, e, se quella persona continua a contattarmi, la blocco da tutte le parti, e se poi mi perseguita, la denuncio e, se c’è su Facebook, la segnalo come spam là, perché su Facebook ( per chi qua dentro non lo sa) si può fare pure questo. Per concludere, su tutti i social network in ogni gruppo si può vedere chi ha visualizzato un messaggio e, se è vocale, pure chi l’ha ascoltato e chi no

  17. Ho conosciuto un docente universitario sui social: tutto è nato perché ho condiviso un suo articolo su LinkedIn. Da lì mi ha scritto in privato con la scusa di ringraziarmi e ci siamo scambiati qualche informazione finché non gli ho detto che sono sposata; lui ha smesso di scrivermi ma ha continuato a guardare il mio profilo in privato. Dopo un pò l’ho aggiunto su fb; ci siamo scritti e lui ha mostrato un interesse tale per la mia scrittura da arrivare a videochiamarci per “discutere dei testi”. Ci siamo videochiamati due volte ma durante la videochiamata l’attrazione era tale che ogni parola sembrava semplicemente un espediente per prolungare l’interazione (siamo stati un’ora e mezza così). Da lì ha palesato il suo interesse nei miei confronti tanto da escludere totalmente i testi dai discorsi: mi scriveva in privato per farmi complimenti, per commentare i miei post e anche per chiedermi notizie. Intanto cresceva in me l’indignazione perché da studentessa appassionata quale ero pensavo che comunque i miei testi li avrebbe letti. Così non è stato e dunque un bel giorno ho deciso di chiudere elegantemente l’interazione, chiedendogli di non stare più a “guardarmi” in silenzio. Lui non ha risposto ma ha continuato imperterrito a visualizzare ogni mia storia. Nei giorni successivi mi sono resa conto che comunque il sentimento d’attrazione nei suoi confronti prevaleva su qualsiasi altra cosa così ho deciso di ricontattarlo. Lui mi ha risposto felice e abbiamo preso a sentirci ma è diverso: spesso non risponde o risponde il giorno dopo però poi mi scrive di sua iniziativa e visualizza puntualmente ogni mia storia. In tutto ciò, presa da un sentimento di rivalsa, ho iniziato a scrivermi con un suo amico e collega e non so se questa sua distanza sia attribuibile al fatto che abbia presentito qualcosa o, più semplicemente, indugia perché sa che sono particolarmente suscettibile (oltre che sposata!) o, più semplicemente, il suo interesse nei miei confronti è diminuito. Io sto cercando un dialogo diverso, meno allusivo ma carico di spiritualità. Lui a tratti sembra colpito, a tratti sembra volersi sottrarre. Non so.
    Grazie a chi mi leggerà e scusate anticipatamente se vi ho tediato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button